SCUOLA


Articoli

Filtro
  • INCONTRO MIUR DEL 29 GENNAIO 2018 PER LA SOTTOSCRIZIONE DEL CCNI SUL MOF 2017/18

    Il giorno 29 gennaio 2018 alle ore 12.00 si è svolto il previsto incontro presso il Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali (Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie) per la sottoscrizione definitiva dell’ipotesi di CCNI sul MOF 2017/18.

  • Diplomati magistrali la Sentenza delle sezioni riunite del Consiglio di Stato

    Grande scalpore ha destato la recente sentenza del Consiglio di Stato a Sezioni Riunite n. 11/2017 che non ha riconosciuto il diritto di alcuni docenti diplomati entro l'anno 2001/02 ad essere inseriti in GAE (Graduatorie ad Esaurimento) e, conseguentemente, all'assunzione a tempo indeterminato.

    Vogliamo qui, innanzitutto, chiarire quali siano i colleghi che sono coinvolti  nella sentenza di cui trattasi. O, meglio, perché più semplice, chiarire che alcuni non han nulla da temere.

  • ARAN-Rinnovo del contratto: Snals-Confsal boccia l’ultima bozza di articolato

    Il rinnovo del contratto di lavoro è in una fase di stallo e lo Snals-Confsal ha bocciato l’ultima bozza di articolato presentata dall'Aran nel corso del negoziato, che, nonostante qualche apertura, è distante dalle sue posizioni. Dopo diversi incontri deludenti, vuoi per la metodologia vuoi per i contenuti presentati dall'Aran alle organizzazioni sindacali, lo Snals puntualizza la propria posizione.

  • Petizione alle forze politiche italiane: LA SCUOLA PUBBLICA ITALIANA AL CENTRO DEI PROGRAMMI ELETTORALI 2018

     IMMAGINE-PEZIZIONE1812018171519

     Da più di due anni LA SCUOLA sta vivendo sulla propria pelle le conseguenze dell’organizzazione gerarchica che la riforma Giannini (legge 107/2015) ha impresso al sistema d’istruzione e formazione portandolo, in breve tempo, a trasformarsi da palestra di democrazia e di intelligenza a luogo di trasmissione di opinabili direttive governative e gestione di potere arbitrario.
    La legge 107, propagandata come BUONA SCUOLA, non ha portato NULLA DI BUONO alla scuola pubblica italiana. Questa riforma ha il demerito di aver messo in ombra altre questioni fondamentali, a partire dalla didattica, per attrarre l’attenzione dell’opinione pubblica e dei media in una costante opera di denigrazione della funzione docente, perché per i politici la scuola, quella pubblica, è un costo da tagliare. Questa è la verità!

  • SNALS-CONFSAL LANCIA PETIZIONE ALLE FORZE POLITICHE ITALIANE. LA SCUOLA PUBBLICA SIA AL CENTRO DEI PROGRAMMI ELETTORALI – COMUNICATO STAMPA

    IMMAGINE-PEZIZIONE1812018171519

    La scuola pubblica sia al centro dei programmi elettorali. I partiti indichino misure e risorse. Di questo impegno risponderanno agli elettori. Il mondo della scuola chiede all'unisono di ripartire dall'ascolto e dal confronto con chi la scuola la vive e la fa ogni giorno!

    SNALS-CONFSAL LANCIA PETIZIONE ALLE FORZE POLITICHE ITALIANE

    La scuola pubblica sia al centro dei programmi elettorali

    “I partiti indichino misure e risorse. Di questo impegno risponderanno agli elettori”

     Roma, 19 gennaio. Viene lanciata oggi la petizione dello Snals-Confsal che coinvolge il mondo della scuola, le famiglie e tutti i cittadini al di là di ogni appartenenza partitica o associativa.

    Con questa petizione lo Snals impegna i partiti a indicare chiaramente nei propri programmi elettorali misure e risorse per la scuola. Il sindacato fornirà una costante informazione sulle risposte, invitando a votare chi si impegnerà più chiaramente. Saranno i cittadini, negli anni seguenti, a decidere nel segreto dell’urna se i politici eletti e i loro partiti abbiano onorato o no la promessa.

  • PENSIONI – NOVITÀ NELLA LEGGE DI BILANCIO 2018

    La Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205/2017) apporta delle novità in materia pensionistica che provvediamo a riportare di seguito.
    Requisiti per la pensione anticipata e di vecchiaia dall’1/1/2019

    L’incremento dei 5 mesi dell’aspettativa di vita decorrente dall’1/1/2019 viene confermato. Pertanto, da tale data per accedere alla pensione di vecchiaia occorrono 67 anni di età ed almeno 20 anni di contribuzione mentre, per conseguire la pensione anticipata occorreranno 43 anni e 3 mesi di contribuzioni per gli uomini e per le donne 42 anni e 3 mesi di contribuzione.

  • INCONTRO AL MIUR DEL 16/01/2018 SULLA VERTENZA DIPLOMATI MAGISTRALI - COMUNICATO UNITARIO

    loghi unitari                                                Incontro al MIUR del 16/01/2018 sulla vertenza diplomati magistrali
    Nel corso dell’incontro di oggi al MIUR sulla questione dei docenti diplomati l’amministrazione in apertura ha reso nota una prima serie di dati desunti da un monitoraggio tuttora in corso e che si concluderà nei prossimi giorni, quando gli uffici regionali avranno risposto a un’ulteriore serie di quesiti contenuti in una circolare in corso di invio.

  • SCUOLA/LO SNALS-CONFSAL NON FIRMERA' UN CONTRATTO AL RIBASSO

    Roma, 11 gennaio. Nell'incontro di oggi all'Aran sulla scuola il presidente Gasparrini, dopo aver presentato un articolato solo sulla parte normativa - tra l'altro peggiorativo delle attuali norme -, ha fatto alle organizzazioni sindacali un annuncio che ha destato perplessità, proponendo di discutere un testo in assenza di un atto d'indirizzo definitivo. Un testo che pertanto risulta "non coerente".

  • CONTRATTO COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA: IL CONFRONTO ALL'ARAN ENTRA NEL VIVO

    Oggi, 4 gennaio, si è svolto il secondo incontro Aran/parti sociali su due importanti tematiche del contratto: il nuovo modello delle relazioni sindacali e la parte economica. Presenti per l’Aran il presidente Sergio Gasparrini e, per il Miur, il vicecapo di Gabinetto del Miur Rocco Pinneri.

  • INCONTRO AL MIUR IN MERITO ALLA SENTENZA N. 11/2017 DEL CONSIGLIO DI STATO SUI DIPLOMATI MAGISTRALI

    Si è svolto oggi, 4 gennaio, al Miur, un incontro con le OO.SS per discutere sulle problematiche conseguenti alla sentenza del Consiglio di Stato n. 11/2017, adottata in seduta plenaria, che ha sancito l’impossibilità per i diplomati magistrali di accedere alle GAE.