SCUOLA


Come pubblicato dall’Inps lo scorso 4.3.2020, a partire dal mese di marzo 2020 ed entro il 29.05.2020, la sede competente comunicherà, settimanalmente attraverso il SIDI, l’esito della verifica del diritto a pensione del personale scolastico che ha presentato domanda di pensionamento con decorrenza 1.09.2020.


Le scuole quindi accedendo alla funzione SIDI, Fascicolo Personale Scuola - “Comunicazione servizi INPS - Interrogazione diritto a pensione”:
 potranno visionare e stampare il “Diritto a Pensione” dall’1.09.2020 relativo ai pensionandi titolari in tali scuole;
 dovranno comunicare all’interessato pensionando l’esito della verifica INPS sul Diritto a Pensione sia se negativo che positivo.
Il pensionando, quindi, ricevuta la notifica della certificazione INPS dovrà controllare “attentamente” la Contribuzione Utile Certificata e, in caso di discordanze, dovrà subito informare la scuola per i “dovuti” contatti con la sede INPS.
E’ nell’interesse del pensionando controllare ”scrupolosamente” la certificazione del diritto a pensione, altrimenti si rischia di non poter andare in pensione nel caso di verifica negativa o percepire una pensione con un importo minore in caso di contribuzione mancante o errata.
Il pensionando, ricevuta la notifica della certificazione, in caso di discordanze o omissioni, impossibilitato “fisicamente” a recarsi a scuola presso la propria scuola di titolarità, ”causa coronavirus”, può utilizzare la via telematica.
La procedura consiste nell’inviare la propria richiesta, firmata e scansionata, con copia del proprio documento di identità.
Non serve usare la PEC (posta elettronica certificata) ma si può utilizzare la propria posta elettronica ordinaria (PEO).
L’uso di tale modalità di invio telematico è previsto dal DPR 28.12.2000 n.445 art.38, comma3 e successive modifiche e integrazioni.
L’invio deve essere fatto alla e-mail “istituzionale” della propria scuola.